Markus Reimann - Giro d´Italia 2022 (italian version)

Spendenfahrt für Burundikids eV

2022

Düsseldorf, primavera 2022 Il pittore di Düsseldorf guida il Giro d'Italia da solista e colleziona per il club di Colonia - Il ciclista amatoriale Markus Reimann smentisce il giro Comunicato stampa: Düsseldorf, primavera 2022 Il pittore di Düsseldorf corre il Giro d'Ítalia in solitaria e raccoglie fondi per il club di Colonia - Il ciclista dilettante Markus Reimann corre da solo il Giro d'Italia di tre settimane - Il progetto sollecita donazioni per "Bikes for Burundi Kids 

Markus Reimann (53), un maestro pittore di Düsseldorf, ha una grande passione: il ciclismo su strada - abbinato all'impegno sociale! Reimann si affida alla combinazione di lunghe distanze, eventi simbolici e un sacco di prestazioni per una buona causa. Quest'anno, per esempio, parte per l'Italia per completare da solo il Giro d'Italia di tre settimane, l'ultimo dei tre grandi giri nazionali del ciclismo. 

Non è la prima volta che Reimann si pone un simile obiettivo. Solo l'anno scorso ha finito la Vuelta 2021 in Spagna! Nella stagione 2012/2013 è andato in bicicletta da corsa a tutte le trasferte del Fortuna da Düsseldorf. Nel 2017, ha preso la partenza del Tour de France nella sua città natale come un'opportunità per correre l'intero Tour de France davanti ai professionisti. 
Al Tour e alla Vuelta, Reimann ha fatto quello che ha intenzione di fare questa volta per il Giro: correre l'intero Tour sul percorso originale da solo. Così facendo, affronta sempre (quasi) ogni singola tappa un giorno prima dei professionisti. È così che ha raggiunto gli Champs Elysees il 23 luglio 2017. Al Giro di Spagna faceva ancora più caldo che allora in Francia, dove già doveva bere fino a dieci litri d'acqua al giorno. Nel caldo soffocante della fine dell'estate iberica, Reimann ha intrapreso il percorso di 3.500 chilometri, costellato da più di 55.000 metri di altitudine. 
Questa volta, il Giro attende con quattro salite di montagna su 3.410 chilometri e 51.000 metri di altitudine. Inizia il 6 maggio a Budapest e finisce il 29 maggio 2022 a Verona! Per ragioni logistiche, tuttavia, le tre tappe in Ungheria saranno lasciate all'inizio, dopo tutto, i soldi devono essere raccolti (!). Come sempre, anche i trasferimenti tra le destinazioni e le linee di partenza del giorno successivo sono dispendiosi in termini di energia. Almeno Reimann è sulla strada con un'auto di scorta, gli amici si assicurano che l'auto con pernottamento sia al posto giusto e che ci sia sempre qualcosa da mangiare a bordo. Quasi come i professionisti. 

Il dilettante Reimann (circa 15-20.000 chilometri all'anno in sella) affronta queste sfide da un lato per puro entusiasmo ciclistico e sete di avventura, ma anche per raccogliere donazioni per una causa benefica e consentire così ai bambini bisognosi del Burundi, paese dell'Africa orientale senza sbocco sul mare, di avere le loro biciclette. Nel 2017, questo ammontava a 1.485 euro in donazioni e questo era sufficiente per dodici biciclette. Per la Vuelta, sono già stati raccolti più di 6.000 euro in donazioni. Le donazioni sono gestite dall'associazione www.burundikids.de, che da anni sostiene in modo esemplare i progetti locali in Burundi (tra i sostenitori di spicco dell'associazione ci sono Bettina Böttinger e Ulrike Folkerts). 

Markus sarebbe molto felice di essere menzionato nei media, una copertura regolare durante la corsa può essere richiesta, o idealmente condivisa attraverso i nostri canali di social media, seguendo liberamente il motto del 2017: "Io pedalo - a te piace!" 

© Urheberrecht. Alle Rechte vorbehalten.